Omaggio a Pasolini a  Los Angeles presso il  Consolato Generale del Messico

L’AISE, Agenzia Internazionale Stampa Estero, dà notizia di una prossima conferenza che il 21 febbraio 2018,  a Los Angeles, presso il Consolato Generale del Messico, rifletterà sull’opera di Pasolini, tesa nell’impegno a restituire e interpretare la realtà. A parlarne due brillanti studiosi, l’italianista e poeta Gian Maria Annovi e lo storico e critico letterario messicano Miguel Dominguez Michael.

“Leggere la lingua della realtà”: a Los Angeles si parla di Pier Paolo Pasolini
redazionale

www.aise.it – 13 febbraio 2018

Omaggio allo scrittore, regista e intellettuale  Pasolini a Los Angeles in una sede inconsueta. Sarà infatti il Consolato Generale del Messico a ospitare la conferenza Leggere la lingua della realtà: Pier Paolo Pasolini, organizzata dallo stesso Consolato insieme all’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles.
Gli autori Gian Maria Annovi, vincitore del Premio internazionale per gli studi italiani Ennio Flaiano, e Christopher Dominguez Michael discuteranno le opere di Pier Paolo Pasolini, mercoledì 21 febbraio, a partire dalle ore 18.30, nel corso della conferenza che sarà a ingresso libero.

Gian Maria Annovi alla Golena del Furlo, La Zattera dei Poeti (2011)
Gian Maria Annovi alla Golena del Furlo, La Zattera dei Poeti (2011)

Gian Maria Annovi è professore associato di Italiano, Letterature Comparate e Studi di genere alla University of Southern California di Los Angeles. È autore di Altri corpi (Gedit, 2008), volume sulla corporalità e la poesia sperimentale degli anni ’60, e Pier Paolo Pasolini: Performing Authorship (Columbia UP, 2017), vincitore del Premio internazionale Ennio Flaiano per la cultura italiana nel mondo. Ha edito il libro Antonio Porta’s Piercing the Page; Selected Poems 1958–1989 (2012), una collezione di saggi su Pasolini, fratello selvaggio (2013) e Amelia Rosselli’s Impromptu (2014). È inoltre il coeditore della collezione di saggi Anna Maria Ortese: Celestial Geographies, pubblicata dall’University of Toronto Press nel 2015.

Christopher Dominguez Michael (Ciudad de Mexico, 1962), storico e saggista, è uno dei più noti critici letterari dell’America Latina e membro numero 103 del Collegio Nazionale, istituzione che dal 1943 riunisce alcuni dei più distinti membri della comunità scientifica e culturale del paese. Ha ricevuto nel 2004 il Premio Xavier Villaurutia per Vida de fray Servando, biografia historica. È stato inoltre membro del Sistema Nacional de Creadores de Arte dal 1993 al 2017 e nel 2006 ha ricevuto la Guggenheim Fellowship. Ha partecipato al consiglio di redazione della rivista «Vuelta»  tra il 1989 e il 1998. È membro del consiglio editoriale di «Letras Libres» e colonnista culturale del giornale «El Universal» di Città del Messico. È stato visiting professor alla University of Chicago nel 2013 e nel 2014. È ricercatore associato del Colegio de Mexico e nel 2016 la sua casa editrice ha pubblicato La Inovacion Retrogada; nello stesso anno la casa editrice Ai Trani ha pubblicato Retrato, Personaje y Fantasma.