A Milano, per il festival “Writers 2018”, focus su Pasolini e il ‘68

Il Sessantotto. Maggio

Segnaliamo un’iniziativa milanese che  per tre giorni, dal 26 al 28 gennaio 2018, metterà a confronto varie voci a partire dal tema centrale del rapporto tra Pasolini e il Sessantotto, anno di cui ricorre nel 2018 l’anniversario dei cinquant’anni.
L’iniziativa sarà organizzata ai Frigoriferi Milanesi di via Piranesi 10 per la sesta edizione del festival “Writers”, dopo il focus dedicato nel 2017 a
Allen Ginsberg e alla Beat Generation. In attesa del programma definitivo, che sarà diffuso a breve, limitiamoci a raccontare la storia della bellissima sede che ospiterà questa importante occasione di approfondimento e che si propone come un illuminato esempio di riconversione di uno spazio da complesso industriale a polo culturale per incontri a più facce. La fonte è il sito www.frigoriferimilanesi.it dove si legge il seguente testo:
«
I Frigoriferi Milanesi di Via Piranesi sono un complesso industriale storico di Milano, di proprietà del gruppo Bastogi, costituito da due corpi di fabbrica: il Palazzo dei Frigoriferi e il Palazzo del Ghiaccio. Riconvertiti in spazio polifunzionale, ospitano oggi diversi enti e aziende che operano negli ambiti dell’arte e della cultura.
Il Palazzo dei Frigoriferi nasce nel 1899 come fabbrica del ghiaccio e magazzini refrigeranti dell’azienda Gondrand Mangili, e rappresenta per l’epoca uno dei maggiori magazzini del ghiaccio europei. Nel 1923 viene inaugurato, a fianco dell’edificio, il Palazzo del Ghiaccio, che diventa la pista di pattinaggio dei milanesi e con i suoi 1800 metri quadrati la più grande pista coperta d’Europa. Tra i suoi promotori c’è il Conte Alberto Bonacossa, editore della «Gazzetta dello Sport» e grande protagonista della scena sportiva dell’epoca (
www.palazzodelghiaccio.it).
Progettato in stile Liberty, l’edificio presenta un’imponente copertura in ferro, legno e vetro e costituisce un felice incontro di virtuosismo architettonico e rigore ingegneristico. Il binomio Palazzo dei Frigoriferi-Palazzo del Ghiaccio rappresenta una rivoluzione per i tempi, per le sue caratteristiche di integrazione polifunzionale.
Per tutta la prima metà del Novecento i Frigoriferi Milanesi, situati in posizione strategica in corrispondenza dello snodo ferroviario di Porta Vittoria e del mercato ortofrutticolo, producono ghiaccio e conservano le derrate alimentari della città. Con l’arrivo del boom economico e l’avvento degli elettrodomestici, riconvertono la propria attività adattandosi alle esigenze dei tempi. Il complesso viene acquistato nel 1970 dall’imprenditore Giuseppe Cabassi, che affianca la realizzazione di celle blindate per la conservazione di beni preziosi all’attività dedicata alla conservazione di pellicce e tappeti.
Col tempo l’attività si concentra sulle opere d’arte e nel 2003 viene fondata la società Open Care – Servizi per l’arte, la prima realtà europea a integrare tutte le attività funzionali alla gestione delle collezioni: dai caveau alla logistica, al restauro, alla consulenza per stime, perizie, archiviazione e compravendita di opere d’arte (www.opencare.it). Nel contempo, il complesso viene interamente riqualificato e restaurato e il Palazzo del Ghiaccio,  riconvertito per ospitare sfilate, fiere ed eventi, viene trasformato in una delle location più prestigiose della città. Il complesso, inoltre, viene animato dalla presenza di varie realtà e associazioni attive in ambito culturale e promotrici di eventi aperti alla città, quali festival letterari, incontri su temi legati alla filosofia, all’ambiente e all’alimentazione. Il 7 aprile 2016 è iniziato un nuovo capitolo della storia dei Frigoriferi Milanesi: nasce FM Centro per l’Arte Contemporanea, un nuovo polo dedicato all’arte contemporanea e al collezionismo con spazi espositivi, gallerie e archivi d’artista (www.fmcca.it)».

Frigoriferi milanesi. Foto d'archivio

Frigoriferi Milanesi. Foto d’archivio

Writers Festival 2018: gli scrittori (si) raccontano
redazionale

www.mentelocale.it – gennaio 2018

Da venerdì 26 a domenica 28 gennaio 2018 ai Frigoriferi Milanesi torna Writers: gli scrittori (si) raccontano. Il festival, alla sesta edizione, ha quest’anno come tema centrale Pier Paolo Pasolini e il SessantottoWriters è il festival di Milano che avvicina scrittori e lettori, attraverso racconti, discussioni, letture, mostre, spettacoli e concerti. Tre giorni nei quali è possibile stare assieme, discutere, incontrarsi, sfogliare e acquistare libri e mangiare fianco a fianco con gli autori.
Tra gli ospiti ci sono Gianni Biondillo e Paolo Nori, Catherine Dunne e Stefano Bartezzaghi, Antonio Moresco e Nicola Gardini. A breve il programma completo di Writers 2018.L’ingresso è gratuito.

Info
Frigoriferi Milanesi
Via G.B. Piranesi 10 │ 20137 Milano
info@frigoriferimilanesi.it
www.frigoriferimilanesi.it

 

Print Friendly

Comments are closed.