Un ricco settembre per il Centro Studi Pasolini di Casarsa

Ninetto Davoli, Pasolini e Maria Callas

Con il mese di settembre – dopo un’estate che ha registrato un notevole e costante flusso di visitatori a Casa Colussi-Pasolini – riprende l’attività istituzionale del Centro Studi con alcuni appuntamenti davvero importanti.

Scarica il depliant completo degli incontri settembre 2018 CSPPP

Dal 13 al 15 settembre 2018 il Centri Studi ospiterà la prima edizione della Summer School dedicata al tema “Pier Paolo Pasolini e l’impegno nella cultura italiana del suo tempo”. La scuola vuole rappresentare un’opportunità unica di studio e confronto fra studiosi ed esperti: verrà approfondita, infatti, la conoscenza dell’opera di Pier Paolo Pasolini attraverso un corso di alta formazione sul tema del suo impegno intellettuale nella letteratura, nel cinema e nel lavoro giornalistico. Il bando, che è stato diffuso all’inizio dell’estate a livello internazionale, ha incontrato l’interesse di una cinquantina di studenti di tutto il mondo, fra i quali sono stati selezionati ventidue corsisti provenienti da prestigiose università italiane e straniere (Regno Unito, Belgio, Spagna, Francia, Germania, Brasile Ungheria). La scuola che è coordinata da Lisa Gasparotto (Università di Milano Bicocca) e Paolo Desogus ( Sorbonne Université), è affiliata all’Università di Udine e di Trieste, all’Università Ca’ Foscari di Venezia, alla Sorbonne Université, alla Società Italiana per lo studio della Modernità Letteraria (MOD) ed è sostenuta dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dal Comune di Casarsa della Delizia e dalla Fondazione Friuli. Di alto profilo il corpo docente, composto da una decina di specialisti italiani e internazionali; fra questi Marco Antonio Bazzocchi, Davide Luglio, Luciano De Giusti, Ricciarda Ricorda, Emanuela Patti, Raoul Kirchmayr, Gianluca Picconi, Antonio Tricomi. Ospite d’onore giovedì 13 settembre Luciano De Fiore docente di Storia della filosofia moderna alla Sapienza di Roma, del quale in un incontro serale aperto al pubblico, verrà presentato il recente “Risposte pratiche, risposte sante. Pasolini, il tempo e la politica”, volume.

Il giorno seguente, venerdì 14 settembre, al Teatro Pasolini di Casarsa alle ore 21, nell’ambito della rassegna Lusignis voluta dal Comune di Casarsa andrà in scena il monologo teatrale “Solchi. Pasolini è il luogo” proposto dal Teatro della Sabbia e interpretato da Caterina Comingio.

In occasione della 25 edizione di Pordenonelegge verrà invece presentato in collaborazione con il festival letterario il recente volume “La biblioteca di Pasolini” pubblicato da Olschki e curato da Graziella Chiarcossi e Franco Zabagli. L’appuntamento è per il mattino di mercoledì 19 settembre a Palazzo Montereale Mantica dove ne discuteranno con il giornalista Mario Brandolin lo scrittore e poeta Nico Naldini, Gloria Manghetti e Franco Zabagli del Gabinetto Vieusseux di Firenze, istituzione prestigiosa che ospita gran parte degli scritti e l’intera biblioteca di Pier Paolo Pasolini.

L’ultimo appuntamento del mese, in programma nella serata di venerdì 28 settembre nuovamente al Teatro Pasolini di Casarsa, riguarda invece il cinema ed è con la proiezione de “L’isola di Medea” del regista – che sarà presente per discuterne con il pubblico – Sergio Naitza, che in questo film documentario ricostruisce una visione dell’amore illusorio e irraggiungibile fra Maria Callas e Pier Paolo Pasolini, la passione “obliqua” nata dall’incontro sul set di “Medea” nel 1969 a Grado e in laguna.

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.