Scomparsa Giovina Jannello, vedova di Paolo Volponi, scrittore e grande amico di Pasolini

Riprendiamo dal «Corriere della Sera» del 18 gennaio 2018  la notizia della scomparsa a Urbino di Giovina Jannello, moglie dello scrittore Paolo Volponi, di cui  era rimasta vedova nel 1994 e con il quale condivise  l’amicizia con Pasolini.

Paolo Volponi, addio alla moglie Giovina Jannello. Aveva 91 anni
di Cristina Taglietti

www.corriere.it – 18.1. 2018

È morta a Urbino, a 91 anni, Giovina Jannello, vedova dello scrittore Paolo Volponi, da cui aveva avuto due figli, Caterina e Roberto, scomparso tragicamente in un incidente aereo a Cuba nel 1989. Colta, raffinata, discreta, amica di Laura Betti e Pier Paolo Pasolini, lo scrittore la definiva il «puntello» della sua vita.

Paolo Volponi
Paolo Volponi. Archivio Fondaz. Carlo Bo. Foto di Giovanna Borgiese

Era nata a Tunisi da madre greca e padre italiano, aveva vissuto in Algeria e Grecia. Dopo la laurea in giurisprudenza a Torino, aveva trascorso un lungo periodo negli Stati Uniti, ad Harvard, con una borsa di studio, prima di rientrare in Italia. Con lo scrittore si erano conosciuti nel 1956, quando Adriano Olivetti le propose di diventare la sua assistente personale, nello stesso anno in cui Volponi assumeva l’incarico di responsabile dei servizi sociali dell’azienda. Si sposarono tre anni dopo.
Giovina Jannello aveva lasciato la casa milanese sul Parco Sempione e viveva a Urbino, nella antica villa di via degli Orti sulle mura, che per Volponi era una radice fondamentale della sua ispirazione letteraria. Presso l’università di Urbino Giovina Jannello e la figlia Caterina avevano deciso di depositare le carte di Paolo Volponi, manoscritti e dattiloscritti di alcune delle opere più importanti dello scrittore tra cui Memoriale e Le mosche del capitale.