Presentazione del libro “Tonino Delli Colli, mio padre”  di Stefano Delli Colli (3.III.’18 / h 17.30)

Tonino Delli Colli e Pasolini

Il Centro Studi Pasolini di Casarsa  avvia nel mese di marzo un progetto speciale volto alla presentazione di libri che consentano di illuminare da varie angolature l’opera e l’impegno di Pasolini.
Il primo degli incontri in calendario avverrà sabato 3 marzo 2018, alle ore 17.30, quando verrà proposto  all’attenzione il volume di Stefano Delli Colli Tonino Delli Colli, mio padre. Tra cinema e ricordi, con prefazione di Vittorio Storaro (ed. Artdigiland, 2017), che, presente l’autore, sarà commentato da Gloria De Antoni, direttore del Festival della Luce di Spilimbergo e volto amato della Tv, e da Riccardo Costantini di Cinemazero.

"Tonino Delli Colli, mio padre" di Stefano Delli Colli. Copertina

“Tonino Delli Colli, mio padre” di Stefano Delli Colli. Copertina

Cuore del libro sono la vita e il lavoro di Tonino Delli Colli,  grande direttore della fotografia scomparso nel 2005, filtrato dai ricordi del figlio Stefano, che intreccia, tra pubblico e privato, le descrizioni dei set per i film di Pasolini, Fellini e Leone ad alcuni frammenti di vita familiare.  Un padre e un figlio, dunque, le cui storie si uniscono sempre più nel tempo, rinforzando un legame affettivo tramato di grande, e discreta , tenerezza.
Da un lato, c’è Tonino, il padre, figlio di un carrozziere del quartiere di San Giovanni, che a sedici anni si ritrova in una Cinecittà appena aperta nel 1937, subito sogna di entrarvi, magari come «operatore di macchina», e poi, da apprendista autodidatta, diventa sul campo uno dei più importanti direttori della fotografia, in quel novero di colleghi di gran valore che per tanto tempo ha fatto ritenere i “fotografi” di cinema italiani una bottega degli artisti abilissimi a livello internazionale. Tonino fu autore della fotografia di Pasolini, ma anche di Leone, Fellini, passando per Monicelli, Annaud, Polanski, Ferreri e tanti altri grandi registi.
Dall’altro lato, c’è Stefano, suo figlio, divenuto un giornalista specializzato in economia, che ora con questo libro fa quello che suo padre, nonostante le sue insistenze, ha sempre rimandato e alla fine evitato di fare: ossia raccontare la propria vita.

All’incontro di presentazione farà seguito una bicchierata offerta da Alessandro Vicentini Orgnani.

Print Friendly

Comments are closed.