IV edizione Premio Letterario “Le cantine di Pasolini” a Barile (Potenza)

"Vangelo". Gesù e i bambini

Scadrà il 31 dicembre 2012 il termine per la partecipazione alla quarta edizione del  premio letterario “Le cantine di Pasolini”, organizzato dall’Associazione Culturale Sisma di Barile, il paesino in provincia di Potenza nei cui dintorni, nel maggio 1964, il regista Pasolini girò alcune memorabili scene iniziali del film Il Vangelo secondo Matteo, in particolare per le riprese della “Natività” (in una caratteristica grotta “a cavo orale”) e della “Strage degli Innocenti” lungo un viottolo rurale.
Proprio nel ricordo di quell’indimenticabile esperienza, per la quale Pasolini aveva scelto a set la Lucania più povera dopo un infruttuoso sopralluogo in Palestina, alcuni giovani del territorio hanno costituito questo premio, che è promosso  fin dagli inizi  dal Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia e, da quest’anno, anche dall’Associazione Culturale di Matera, intitolata essa pure al grande poeta friulano e animata dal grande fotografo Domenico Notarangelo.  Da rimarcare inoltre che la meritoria iniziativa gode del patrocinio della Provincia di Potenza, del Comune di Barile e del Forum dei Giovani di Basilicata.

Parco Urbano delle Cantine di Barile

Parco Urbano delle Cantine di Barile

Una manifestazione, dunque, che vede uniti il Nord e il Sud della penisola nel nome di un’irripetibile personalità della cultura del ‘900, da omaggiare con riconoscenza ma anche da assumere, come dicono i giovani organizzatori, come “emblema ideale” e “occasione per fare un discorso serio sul Sud e sul futuro del paese”. Tante le novità di questa quarta edizione, che, accanto alla tradizionale sezione di “Narrativa”, prevede ora anche una sezione “Poesia”, entrambe aperte a testi inediti in lingua italiana e senza limiti di genere, ad esclusione delle opere specificamente rivolte all’infanzia. Tra i componimenti pervenuti nelle due rispettive sezioni (requisito di base per la partecipazione è il compimento del sedicesimo anno di età) un comitato popolare di lettura selezionerà una rosa di 5 finalisti, in cui una giuria tecnica (tra gli altri, ne fa parte anche il direttore del Centro Studi casarsese, Angela Felice, insieme a Domenico Notarangelo) individuerà rispettivamente due  vincitori assoluti, con assegno premio a testa di euro 300,00, insieme ai secondi e terzi classificati meritevoli di riconoscimento. I nominativi dei vincitori saranno resi noti durante la cerimonia di premiazione, che si terrà prevedibilmente nella tarda primavera del 2013.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. Valentina scrive:

    E’ possibile avere il bando?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *