Il 2 novembre Casarsa ricorda Pasolini a 42 anni dalla morte

Rosa

Come ogni anno, nel mese di novembre, Casarsa della Delizia dedica il suo pensiero al ricordo di Pasolini, il suo cantore, ucciso atrocemente nella notte tra il 1° e il 2 novembre di quarantadue anni fa.
Così, giovedì 2 novembre 2016, alle ore 12, un gruppo di amici sinceri, coinvolti dall’Amministrazione comunale, con il sindaco Lavinia Clarotto e l’assessore alla cultura Fabio  Cristante, in collaborazione con il Centro Studi Pasolini e con il suo presidente Piero Colussi, oltre che con i componenti del Consiglio di Amministrazione Flavia Leonarduzzi e Francesco Colussi, il direttore Angela Felice e il segretario Marco Salvadori, si raccoglierà nel cimitero, dove il poeta è sepolto, per un momento silenzioso di raccoglimento e per un discreto omaggio floreale.  In linea, si direbbe, con la timida ritrosia di quel Friuli periferico così caro alla sensibilità del giovane poeta.

Tomba di Pasolini. Cimitero di Casarsa della Delizia

Tomba di Pasolini. Cimitero di Casarsa della Delizia

La riflessione continuerà poi nei giorni 10 e 11 novembre in cui il Centro Studi Pasolini, con il patrocinio delle Università di Udine e Trieste, con l’Ordine dei Giornalisti Friuli Venezia Giulia, il Circolo della Stampa di Pordenone e la Fondazione per la Critica Sociale di Firenze,  proporrà  il suo tradizionale convegno di studi, dedicato quest’anno all’impegno di Pasolini nell’ambito del giornalismo.

 

Print Friendly

Comments are closed.