Conferenza su Novella Cantarutti e Pier Paolo Pasolini il 18 ottobre alle 17.00, al Centro Studi Pasolini

Novella Cantarutti (foto Danilo De Marco) (2)

Nel decennale della scomparsa della poetessa di Navarons il Comune di Spilimbergo in accordo con il Centro Studi Pier Paolo Pasolini propone una conferenza dal titolo Novella Cantarutti e il “ragazzo” di Casarsa – Avvio di una ricerca su un dialogo tra due personalità forti, con il professor Rienzo Pellegrini, già docente di Lingua e letteratura friulana all’Università di Trieste, finalizzato a ricostruire il complesso reticolo di relazioni umane ed artistiche con cui Pasolini ha continuato a conversare a distanza con il “suo” Friuli, tramite importanti esponenti, come Novella Cantarutti.
«L’impegno con la poesia parte dal 1944; nel 1945 entrai nella Società Filologica Friulana (…) – così racconta lei stessa – l’incontro con Pasolini è del primissimo dopoguerra e segnò, nella stagione d’avvio, una dimensione nuova, un’apertura a problematiche e realtà poetiche di largo respiro, dense di spinte e sollecitazioni». Nella sua scrittura, Novella Cantarutti, usa sempre la varietà del friulano occidentale che si parla a Navarons, in val Meduna, patria della madre e sua. I suoi primi testi poetici escono nel 1952 e sono frutto dell’esperienza di un’autrice che condivide le esigenze innovatrici espresse sia da Pier Paolo Pasolini nell’Academiuta di lenga furlana, che da Giuseppe Marchetti. Per tutta la vita si è dedicata all’uso della propria lingua, in poesia e in prosa, e allo studio della vita tradizionale friulana. E’ stata, inoltre, insegnante di letteratura italiana negli istituti superiori di Udine, dove è venuta a mancare nel settembre 2009.

L’incontro avrà luogo a Casarsa della Delizia venerdì 18 ottobre 2019 ore 17.00 presso il Centro Studi Pier Paolo Pasolini.

 

Novella Cantarutti_Pasolini-1

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.