Al Collegio Ghislieri di Pavia una due-giorni di studio su Pasolini (15-16 marzo ’18)

Segnaliamo una importante occasione di studio pasoliniano che, su promozione del prestigioso Collegio Ghislieri di Pavia, si terrà nei giorni 15 e 16 marzo 2018. Il titolo dei lavori, che vedrà impegnato un bel parterre di studiosi pasoliniani, è Fra realtà e linguaggi nell’opera di Pasolini. Qui di seguito il programma delle due giornate del convegno, che si inserisce nel quadro delle attività del Dottorato dell’Università di Pavia in “Scienze del testo letterario e musicale”,  Curriculum di Filologia Moderna.

Fra realtà e linguaggi nell’opera di Pasolini
Convegno di Studi
Collegio Ghislieri – Pavia

Programma
giovedì 15 marzo 2018

ore 14.30 saluti e introduzione
FEDERICA VILLA, Università degli Studi di Pavia

ore 15.00 Pasolini e il popolo
GIACOMO MANZOLI, Università degli Studi di Bologna

ore 15.30 La rivelazione della carne: i linguaggi dell’eros nel cinema di Pasolini
ROBERTO CHIESI, Cineteca di Bologna

ore 16.00 Il corpo e la «Semiologia della Realtà»
CHIARA BOATTI, Università degli studi di Pavia

ore 16.30 pausa

ore 17.00 Pasolini e la “scalata al sesso” del cinema italiano
TOMASO SUBINI, Università degli Studi di Milano

ore 17.30 Pasolini dionisiaco o il mistero del cinema vivente
BRUNO ROBERTI, Università degli Studi della Calabria

ore 18.00 discussione

venerdì 16 marzo

ore 9.15 saluti e introduzione
MARIA ANTONIETTA GRIGNANI, Università degli Studi di Pavia

ore 9.30 Il manierismo come stile della dopo-storia
MARCO ANTONIO BAZZOCCHI, Università degli Studi di Bologna

ore 10.00 La poesia dopo la poesia: Trasumanar e organizzar di Pasolini
RAFFAELE DONNARUMMA, Università di Pisa

ore 10.30 Pasolini e i linguaggi della psicoanalisi
SILVIA DE LAUDE, IUAV di Venezia

ore 11.00 pausa

ore 11.30 Pasolini e il reale del capitale
ANTONIO TRICOMI, Università degli Studi di Urbino

ore 12.00 Le lingue di Pasolini
STEFANO AGOSTI, Università Ca’ Foscari di Venezia

ore 12.30 discussione

ore 13.00 pausa

ore 14.30 Gli antichi non erano più una risorsa. Petrolio: ricerca (e fallimento) di una narrazione totale
ANNA BELTRAMETTI, Università degli Studi di Pavia

ore 15.00 Le ceneri dello stile
MARIA ANTONIETTA GRIGNANI, Università degli Studi di Pavia

ore 15.30 discussione conclusiva

[idea]Info[/idea]Il Collegio Ghislieri, fondato nel 1567 da Papa S. Pio V, opera sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed è riconosciuto dal Ministero dell’Università come “Ente di Alta Qualificazione Culturale”. Il palazzo cinquecentesco del Collegio, in pieno centro storico di Pavia, a poche decine di metri dalla sede centrale dell’Università e dalle facoltà umanistiche, ospita circa duecento ragazzi e ragazze. Suoi elementi centrali sono il suggestivo quadriportico del piano terreno e il grande corridoio del primo piano (detto Quadrato), su cui si aprono le camere degli alunni. Molto interessante è anche la cappella terminata nei primi anni del ‘600 a cui si giunge attraverso il Salone  affrescato dedicato a San Pio.
Uno dei grandi tesori del collegio è senz’altro la sua Biblioteca, che custodisce ancora i libri fatti acquistare dal papa fondatore. Nei secoli è stata costantemente arricchita, grazie anche a numerosi lasciti di benefattori, e ad oggi con quasi 130.000 volumi è una delle più grandi biblioteche private del nord Italia. Il collegio dispone inoltre di numerose aule didattiche per lo svolgimento di corsi, seminari, conferenze e mette a disposizione degli alunni diversi spazi comuni per fini ricreativi e di studio. Da alcuni anni, non lontano dal campus delle facoltà scientifiche, in località Ca della Pagluia è operativa una Sezione Laureati riservata ai frequentanti dei corsi post-laurea di Pavia. Nel 2002 è stata inaugurata l’Aula Magna del Collegio Ghislieri realizzata nell’antica chiesa di San Francesco da Paola che si affaccia su piazza Ghislieri e diventata sede di numerose attività culturali cittadine nonché dei concerti di Ghislierimusica.
Il Collegio è socio fondatore della Conferenza dei Collegi Universitari di Merito Legalmente Riconosciuti e dell’ Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia IUSS (al quale sono iscritti la maggior parte degli alunni e delle alunne). Inoltre è partner di EUCA, European University Colleges Association.