Nel teatro antico di Tindari un recital di Monica Guerritore con i grandi poeti, tra  cui PPP

Teatro Antico di Tindari (Messina)

Tindari è  una frazione di Patti, in provincia di Messina. Tra i tesori di questa antica località, le cui origine greche risalgono  al 396 a.C, vi è un teatro antico, costruito in forme greche alla fine del IV secolo a.C e in seguito rimaneggiato in epoca romana, con una nuova decorazione e l’adattamento a sede per i giochi dell’Anfiteatro. Rimasto a lungo in abbandono e conosciuto solo per le illustrazioni dell’Ottocento, era appoggiato alla naturale conformazione a conca della collina, nella quale erano scavate le gradinate dei sedili (0,40 m di altezza e 0,70 m di profondità) della cavea, che doveva raggiungere una capienza di circa 3000 posti. In età romana vi si aggiunse un portico in opera laterizia e la ricostruzione della scena, di cui restano solo le fondazioni e un’arcata, restaurata nel 1939. L’orchestra venne trasformata in un’arena, mentre la cavea venne circondata da un muro e furono soppressi  i quattro gradini inferiori.
Dal  1956 vi ha sede un Festival artistico, che ospita spettacoli di danza, musica e teatro. E sarà appunto in questo sito di profonda suggestione storica e paesaggistica che alle ore 5 del mattino di sabato 12 agosto 2017 l’attrice Monica Guerritore proporrà il recital musicale
Dall’inferno … all’infinito, per un percorso tra le parole di grandi scrittori e poeti, tra i quali anche Pasolini.

All’alba, a Tindari, Monica Guerritore in “Dall’inferno all’infinito”
redazionale

www.tempostretto.it – 8 agosto 2017

Monica Guerritore

Monica Guerritore

Sarà un risveglio unico il 12 agosto 2017 per gli abitanti e i turisti di Tindari. Un‘alba incantevole che unisce cielo e mare in una delle più belle aree archeologiche siciliane, in una cavea di un Teatro Antico rivolto al Tirreno. Sul palco una luminosa Monica Guerritore dentro il buio di una scenografia essenziale condurrà il pubblico in un viaggio spirituale nell’io interiore di ciascun individuo, una performance che racconta una discesa (e ritorno) nell’animo umano compiuto attraverso i versi di autori immortali.  Un viaggio letterario nell’animo umano compiuto attraverso le parole di grandi autori, che con forza e passione si sono interrogati sul senso dell’esistenza. Dall’ Inferno di Dante all’ Infinito di Leopardi attraverso Pasolini, Morante, Valduga, Pavese, Hugo, Valery, Flaubert…. E poi tutta la forza espressiva di Monica Guerritore e la forza della musica da Wagner a Sakamoto, Barber/Bernstein, Craig Armstrong, Eleny Karaindrou che accompagnano la performance.
Dall’inferno … all’infinito è un racconto magico scritto e diretto da Monica Guerritore, messo in scena grazie alla regia di Lucilla Mininno, al disegno luci di Paolo Meglio e alla produzione Parmaconcerti srl. Come la Guerritore ha dichiarato, parlando di questo spettacolo:«Nella mia intenzione, il desiderio forte di sradicare parole, testi, versi altissimi dalla loro collocazione “conosciuta”, per restituire loro un “senso” originario e potente».
Si replica il 12 sera alle 21 anche al Teatro Antico di Catania.

Info
Prevendita online www.boxol.it o in tutti i punti vendita Boxoffice in Sicilia.

Anfiteatro Sicilia è un progetto a cura della Fondazione Taormina Arte, frutto di una collaborazione tra l’Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, l’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, l’Agenzia per la Coesione Territoriale, la Direzione Generale Cinema e SiciliaFilmCommission, nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei.

 

Print Friendly

Comments are closed.