giacomo trevisan

Poesie a Casarsa, libro tra i più rari e ‘leggendari’ del ’900 italiano, meritava da tempo di essere riproposto proprio nella forma originaria che Pasolini volle dargli per il suo esordio poetico. In quei versi, l’intatta immaginativa di un ragazzo geniale inventava un misterioso microcosmo contadino attraverso le parole di un dialetto vergine, estraneo ancora alla tradizione scritta: una scelta sperimentale coraggiosa e preziosa, che gli consentì di lasciarsi subito alle spalle l’immobilità di una lingua poetica ormai consumata dall’esperienza ermetica. Il volume fu pubblicato nel 1942 dalla Libreria Antiquaria Mario Landi a spese dell’autore, in una tiratura di 300 copie su carta vergata, numerate, oltre a 75 copie su carta uso mano, non numerate e fuori commercio, per la stampa.

Questa nuova edizione, promossa dal Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa e che sarà presentata al pubblico venerdì 18 gennaio 2019 presso il Centro Studi, è stata realizzata da Ronzani Editore in due diverse modalità:

  • l’edizione tipografica, in 500 copie, stampata presso la Tipografia Campi di Milano, l’unica in Italia a utilizzare ancora, per la composizione del testo, la Monotype. Il carattere è lo stesso di quello usato dalla tipografia Anonima Arti Grafiche di Bologna per la prima edizione: il Bodoni 135. Edizione di pregio su carta a mano Amatruda di Amalfi.
  • l’edizione in facsimile, in 1000 copie, dove il libro del 1942 è riprodotto tale e quale con i minimi dettagli e le imperfezioni originarie, su carta Arcoprint Avorio uso mano, stampata da Grafiche Antiga di Crocetta del Montello, Treviso.

Entrambe le edizioni sono accompagnate da Il primo libro di Pasolini, un volume a cura di Franco Zabagli che racconta le vicende della composizione e della fortuna di Poesie a Casarsa, illustrato da fotografie poco conosciute e riproduzioni di autografi, e con un’antologia di testimonianze e di recensioni.

7 dicembre 2018
Particolare copertina poesia a casarsa 1942

A gennaio 2019 tornano le “Poesie a Casarsa” e sarà un evento

Poesie a Casarsa, libro tra i più rari e ‘leggendari’ del ’900 italiano, meritava da tempo di essere riproposto proprio nella forma originaria che Pasolini volle […]
7 dicembre 2018
Pier Paolo Pasolini con i suoi "zuvinìns" di Versuta. Foto di Elio Ciol

Pasolini. Questa differenza insopportabile…, di Ugo Perugini

Tonuti (Antonio) Spagnol racconta Il Pasolini friulano. Ricordi di un discepolo una recensione di Ugo Perusini E’ uscito per le edizioni Scripta il libro Tonuti (Antonio) […]
1 dicembre 2018
Bertolucci, Godard, Pasolini

Bertolucci legge “A un ragazzo” da “La Religione del mio Tempo” (1961)

Fra i tanti ricordi e omaggi apparsi sul web nei giorni successivi alla scomparsa del grandissimo regista Bernardo Bertolucci, il Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa […]
26 novembre 2018
Bernardo Bertolucci e Pasolini ai tempi di "Accattone" (1961)

Addio a Bernardo Bertolucci

È scomparso Bernardo Bertolucci, autore di numerosi film di grande successo e di un cinema potente e per questo fonte di grandi dibattiti e anche di molte polemiche. […]